Brand Communication più efficace? Subito, con i 7 amplificatori persuasivi del messaggio

Tempo di lettura: 6 minuti

“I mercati sono conversazioni”, dice la prima tesi del Cluetrain Manifesto. E quindi, come comunicare davvero con il tuo pubblico di riferimento?

In questo articolo scoprirai cosa significa parlare direttamente all’Old brain, la parte del cervello che prende le vere e proprie decisioni, anche in fase di acquisto.

Nel mondo online, il tuo Brand si rapporta con le persone attraverso contenuti testuali, visivi e multimediali, i quali hanno il preciso dovere di colpire nel punto giusto il tuo target. Abbiamo poco tempo per trasmettere fiducia (le persone sono distratte, hanno fretta e cliccano via velocemente), e l’unico metodo sempre efficace per agganciare l’attenzione dei tuoi utenti è parlargli di ciò che maggiormente interessa loro: se stessi.

Per questo motivo, la scrittura persuasiva (persuasive copywriting) è un elemento basilare per rendere efficace la comunicazione del tuo sito web, del tuo ecommerce e dei tuoi annunci pubblicitari.

Un testo persuasivo ha la capacità di presentare i tuoi contenuti attraverso parole che motivano e suggeriscono alle persone quali atteggiamenti e/o comportamenti assumere nei confronti della tua offerta (NB: senza mai usare coercizione o inganno).

“Un chiacchierone è chi vi parla degli altri, un noioso è chi vi parla di se stesso; un interlocutore brillante è chi vi parla di voi.”

Lisa Kirk, pubblicitaria americana.

L’Old brain, il nostro decision maker interiore, è interessato solo a se stesso, alla sua sopravvivenza (è il cervello antico, atavico) e ai vantaggi diretti che può trarre dalla situazione che si trova di fronte.
Ecco perché i testi persuasivi sono un potente strumento di Web Marketing. Il segreto è costruirli rispondendo alle 2 domande che ogni utente si pone non appena accede a un sito:

  1. Cosa c’è qui per me?
  2. Mi posso fidare?

Per rispondergli “Sì, eccome!” e aumentare l’efficacia della comunicazione del tuo Brand, puoi utilizzare i 7 amplificatori persuasivi del messaggio: si tratta di piccole regole da adottare con le quali puoi raddoppiare le probabilità di riuscita dei tuoi testi promozionali.

Eccoli qui di seguito:

1. Dai sempre del “Tu”

Dato che l’Old brain è egocentrico, alle persone non interessano i tuoi prodotti, si preoccupano soltanto di ciò che i tuoi prodotti possono fare per loro. Quando realizzi i tuoi testi persuasivi, dai sempre del Tu: ti aiuterà a mettere al centro della tua comunicazione il tuo target, non il tuo prodotto.

Esempio:
anziché scrivere
La nostra stampante impiega la metà del tempo per…
scrivi
Tu risparmierai metà del tuo tempo per…

In sostanza, il trucco è immedesimarsi nel nostro destinatario e chiederci: in quale modo potrei beneficiare di questa caratteristica?

2. Credibilità

La tua credibilità è il fattore base per essere convincente e per costruire una relazione sincera in quest’epoca di recensioni e dialogo diretto con i brand tramite i social.

Devi dire tutta la verità, nient’altro che la verità: gli utenti sono intelligenti e percepiscono subito se c’è puzza di inganno. Le persone, specie online, sono talmente sul chi va là che faticano a dare fiducia anche a chi la merita. Per questo dobbiamo essere onesti, le mezze verità possono condurre all’autodistruzione.

Il tuo prodotto ha un punto debole, e lo sai? Non temere, e non temerlo. Supponiamo che si tratti del prezzo: offri un prodotto eccezionale, ma è costoso. Non avere paura di dire all’utente quanto costa. Nascondere il prezzo ti farà solo essere meno meritevole di fiducia, e l’utente non potrà non notare la mancanza di un tale elemento.

Tutto starà nel come esprimerai quel prezzo e nel modo in cui i tuoi testi persuasivi sapranno supportare e giustificare il costo. Patti chiari e amicizia lunga: con la giusta dose di persuasione, anche il prezzo potrà risultare meno elevato o, almeno, ben giustificato dai benefici del tuo prodotto.

3. Il ruolo delle Emozioni

Le emozioni scatenato le decisioni, le persone acquistano irrazionalmente e poi giustificano razionalmente.

Le emozioni aiutano a ricordare gli eventi, e tu non devi far altro che legare le emozioni giuste al tuo prodotto. In tuo aiuto non hai solo la scrittura persuasiva, ma anche e soprattutto le immagini e i video.
Come non citare il famoso e riuscitissimo spot di Procter & Gamble, partner dei giochi olimpici di Londra 2012, dedicato a ” il lavoro più difficile del mondo, il lavoro più bello del mondo”. È semioticamente perfetto, impossibile non provare profonde emozioni:

4. Regola del Contrasto

Metti subito in chiaro la differenza sostanziale tra il tuo prodotto e quello del tuo concorrente: lo scopo è far capire al tuo potenziale cliente perché gli è più conveniente scegliere il tuo.
I contrasti che puoi utilizzare sono:

– prima /dopo
– senza / con la tua soluzione
– tu / i tuoi concorrenti

5. Varietà multicanale

Per apprendere, le persone utilizzano 3 diversi canali:
1. canale visivo
2. canale uditivo
3.canale cinestetico

Esistono almeno 3 diversi tipi di utenti, ognuno dei quali apprezza o meno un certo tipo di comunicazione. Essere multicanale, utilizzando non solo testi, ma anche elementi di web design, fotografie e video, ti aiuterà a instaurare una connessione con ognuno di loro.

6. Racconta una storia

Come scrivono P. Renvoisé e C. Morin in Neuro Marketing, il Nervo della Vendita

“I migliori messaggi sono quelli che si sviluppano dall’inizio alla fine come un racconto completo e avvincente. […] Le storie efficaci esercitano un maggiore impatto sull’Old brain rispetto a qualsiasi fatto razionale”.

Raccontare “una storia” in modo efficace significa giocare con il potere di autoimmedesimazione delle persone, della serie “immagina cosa potresti fare anche tu con questo prodotto”, cosa che Apple mette in atto quotidianamente.

Per costruire una storia efficace, crea un racconto che si colleghi chiaramente al mondo dei tuoi potenziali clienti. In questo modo li renderai partecipi e coinvolti, puoi raccontare di un esempio con cui parafrasare una situazione quotidiana che il tuo prodotto o il tuo servizio sa risolvere o migliorare.

7. Il Meno è il Più

È probabile che il tuo prodotto sia in grado di risolvere molti problemi e che offra numerosi vantaggi. Perfetto. Individua quali sono i principali fra quei vantaggi, svolgi delle analisi per comprendere quali fanno maggiormente leva sui bisogni e sui desideri delle persone, e ottimizza al massimo i tuoi testi persuasivi.

“Il Meno è il Più” significa togliere dal tuo messaggio tutto ciò che non ha valore diretto per i tuoi potenziali clienti, al fine di concentrarsi su pochissimi elementi fondamentali.

Sembrano regolette banali, ma tra il dire e il fare c’è… l’applicare. Per saperne di più, puoi parlarne direttamente con noi, contattaci senza impegno oppure lascia il tuo commento qui in basso.

Commenti

Brand Communication più efficace? Subito, con i 7 amplificatori persuasivi del messaggio