Perché più vediamo un logo, più ci sembra affidabile? Scopri la facilità cognitiva

Digital Followers - logo design e facilità cognitiva
Tempo di lettura: 3 minuti

Abbiamo già parlato dell’importanza di dotarsi di un buon logo e di come un logo possa essere in grado di cambiare il comportamento dei tuoi consumatori. Ma c’è un’altra ricerca in psicologia comportamentale che aiuta a spiegare perché i loghi (così come altri elementi di design e branding) funzionano.

In Thinking Fast and Slow, l’autore Daniel Kahneman parla di facilità cognitiva, un fenomeno secondo il quale immagini facili da riconoscere e parole facili da pronunciare creano reazioni emotive positive nelle persone che le vedono e ascoltano. Inoltre, come è facilmente intuibile, più spesso una persona vede un’immagine, più quell’immagine gli “piace” perché

“la ripetizione induce facilità cognitiva e un confortante senso di familiarità”.

Facciamo un esempio pratico di famigliarità e ripetibilità.

Qualche tempo fa è stato condotto un esperimento presso l’Università del Michigan, dove i ricercatori hanno fatto distribuire un annuncio sui giornali della scuola che includeva diverse parole turche, quindi dal significato sconosciuto alla maggior parte degli studenti americani. Alcune di queste parole sono state mostrate solo una o due volte, altre sono state mostrate fino a 25 volte.

Quando le pubblicità misteriose finirono di essere pubblicate, i ricercatori inviarono un questionario ai lettori chiedendo se per loro quelle parole significassero qualcosa di buono o di cattivo. Le parole che sono state presentate più frequentemente sono state giudicate molto più favorevolmente rispetto alle parole che sono state mostrate solo una o due volte. E la scoperta è stata confermata più volte utilizzando ideogrammi cinesi, volti e forme casuali.

Ancora più interessante, è notare che l’effetto “ripetizione = famigliare = positivo” si verifica anche quando le parole o le immagini ripetute vengono mostrate così rapidamente che gli osservatori non sono nemmeno consapevoli di averle udite o viste.

Perché questo accade? I ricercatori collegano questo effetto a come siamo fatti, a come funziona il nostro cervello. Nel libro di Kahneman leggiamo infatti che:

“Per sopravvivere in un mondo spesso pericoloso, un organismo dovrebbe reagire con cautela a nuovi stimoli, con ritiro e paura. Le prospettive di sopravvivenza sono scarse per un animale che non prova sospetto di fronte alle novità. Tuttavia, l’animale è anche adattabile, e la cautela iniziale tende a svanire se lo stimolo è effettivamente sicuro. Ecco perché nel corso del tempo cerchiamo le cose che diventano via via più familiari”.

Ok. Tutto molto affascinante. Ma ora ti starai chiedendo: che cosa ha a che fare tutto questo con il mio logo o qualsiasi altro logo che potrei vedere?

Tu sai perfettamente quanto sia importante mostrare il tuo logo il più spesso possibile e nel modo più coerente possibile. Più i tuoi clienti vedono il tuo logo e lo associano a un’esperienza positiva, più si verrà a creare “facilità cognitiva” e familiarità. Più il tuo logo diventa familiare alle persone che lo vedono, più sarà per loro rassicurante, come tornare a casa o incontrare un amico.

Ecco perché concentrarsi su un ottimo design del logo del tuo Brand, capace di trasmettere emozioni positive attorno a ciò che offri, significa agevolare il tuo Business. Ogni goccia partecipa allo scorrere del fiume, anche la più piccola.

E senza dubbio, il logo che ti rappresenta agli occhi del mondo non è una gocciolina qualsiasi.

Commenti

Perché più vediamo un logo, più ci sembra affidabile? Scopri la facilità cognitiva