Il tuo sito è “a prova di nervoso”? Scoprilo con i 5 principi di design

5 Principi design interfaccia utente - Digital Followers
Tempo di lettura: 5 minuti

Abbiamo un rapporto molto stretto con gli schermi o, in gergo tecnico, “interfacce utenti”. Li guardiamo in continuazione, tirandoli fuori dalle tasche, lavorandoci in ufficio e rilassandoci la sera davanti a una serie Netflix.

L’interfaccia utente, anche conosciuta come UI (dall’inglese User Interface), è un’interfaccia uomo-macchina, ovvero ciò che si frappone tra una macchina e un utente, consentendone l’interazione reciproca.

La tua azienda possiede ovviamente un sito web. Forse anche un e-commerce. Sicuramente almeno un profilo social. Hai idea di quante interfacce uomo-macchina stai mettendo a disposizione degli utenti, e di quante opportunità di vendita e/o acquisizione di contatti di potenziali clienti potresti star perdendo a causa di un web design mal progettato?

L’interfaccia utente è una parte essenziale di qualsiasi prodotto digitale. Quando l’interfaccia è ben progettata, gli utenti non se ne accorgono: è un’esperienza senza soluzione di continuità. È un po’ come quando siamo in buona salute: non “sentiamo” / non ci accorgiamo del nostro corpo, perché tutto funziona a meraviglia. Ma appena lo stomaco brucia, eccome se lo sentiamo!

I problemi iniziano quando l’interfaccia utente è progettata male e gli utenti non possono completare in modo quasi “automatico” le loro attività, attività che guarda caso ti interessano assai da vicino, perché magari si tratta di un acquisto o una richiesta di contatto non portati a termine a causa di errori del sistema o complicati percorsi che scoraggerebbero anche i più tenaci.

Il buon design, quando è ben fatto, diventa invisibile. È solo quando è fatto male che lo notiamo.

Jared Spool, scrittore ed esperto americano in materia di usabilità, software, design e ricerca

Vediamo allora di seguito 5 principi basilari per una buona progettazione delle tue interfacce uomo-macchina “a prova di nervoso e fastidio”.

5 principi per la progettazione dell’interfaccia utente

  1. Rendi tutto estremamente più facile
  2. Non creare problemi ai tuoi utenti
  3. Metti gli utenti in “posizione di controllo” rispetto al sito / app / e-shop
  4. Riduci il carico cognitivo che richiedi agli utenti (falli pensare poco o niente)
  5. La Chiarezza vince sempre sulla complessità

1. Rendi tutto estremamente più facile

Se desideri migliorare l’usabilità del tuo sito, al fine di ottenere più contatti e vendite, la cosa più importante su cui il tuo web designer dovrà concentrarsi è assicurarsi che la progettazione dell’interfaccia utente (sito web, app, ecc…) segua uno schema semplice. Le aspettative degli utenti sono più alte che mai e non tollerano esperienze stressanti. E come dar loro torto?

2. Non creare problemi ai tuoi utenti

La progettazione dell’interfaccia può essere molto soggettiva. Può capitare che il tuo web designer o sviluppatore web sia portato a trovare scorciatoie nella programmazione che, però, non giovano certo al risultato. Quello che ti devi aspettare da chi realizza il tuo sito o e-commerce è la completa concentrazione sul miglioramento dell’esperienza del tuo utente durante la navigazione.

Una buona esperienza genera buoni risultati, come prodotti aggiunti al carrello grazie a schede prodotto estremamente chiare, richieste di preventivi tramite moduli progettati per essere semplici, iscrizioni alle newsletter grazie a percorsi creati ad hoc per essere facili e intuitivi.

3. Fai percepire agli utenti che hanno il controllo dell’interfaccia

Un’interfaccia utente progettata bene trasmette un senso di controllo nei propri utenti: il comfort deriva dal controllo. Mettendo gli utenti in posizione di comando, permetti loro di capire alla svelta come muoversi, il che rassicura e appaga.

Un design mal studiato, al contrario, riduce il comfort costringendo gli utenti a interazioni non pianificate, viaggi di click complicati e risultati deludenti. Come fare? Rendi l’interfaccia ovvia: fidati, ciò che è ovvio per te potrebbe non esserlo per qualcun altro.

4. Riduci il carico cognitivo

Il carico cognitivo è la quantità di elaborazione mentale richiesta per utilizzare un prodotto. Fornendo all’utente troppe informazioni, potrebbe sentirsi sopraffatto e addirittura abbandonare ciò che sta facendo all’interno del tuo sito (es. un processo di acquisto).

È importante migliorare l’usabilità e la leggibilità attraverso una buona organizzazione visiva. In poche parole, evita di presentare troppe informazioni contemporaneamente su uno schermo: vecchi link, immagini irrilevanti, testi privi di una effettiva utilità… quanti elementi, a ben guardare, si potrebbero togliere per ottenere un immediato beneficio, la semplificazione!

Affidati ai principi generali dell’organizzazione dei contenuti (qualche buono spunto lo trovi qui), come raggruppare articoli correlati, utilizzare nei testi i punti elenco, sfruttare titoli efficaci e pulsanti con inviti a cliccare, proseguire, scoprire di più (le cosiddette call to action).

5. Chiarezza sulla complessità

Concentrarsi sulla semplicità del contenuto, viene spesso definito uno dei principi fondamentali del design. Il primo requisito per un’esperienza utente esemplare è soddisfare le esigenze esatte del cliente, senza creargli problemi o fastidi.

Dopotutto, non siamo solo aziende, ma siamo per prima cosa utenti noi stessi. Quanto è frustrante avere a che fare con un sito che ci fa innervosire! Non lasciare che proprio il tuo sito appartenga alla categoria delle interfacce fastidiose.

Se vuoi saperne di più, il nostro team marketing è a tua disposizione: contattaci oppure scarica l’ebook gratuito sul Brand Positioning:

Commenti

Il tuo sito è “a prova di nervoso”? Scoprilo con i 5 principi di design