[Caso] Le motivazioni dietro al riposizionamento dell’azienda automobilistica Tesla

Digital Followers: il riposizionamento di Tesla Inc

Oggi vi parlo delle problematiche di Riposizionamento di Brand e come esempio prendiamo l’azienda automobilistica Tesla, Inc.

Non è un segreto per nessuno che Tesla è un marchio di primissimo livello. L’azienda vanta le caratteristiche chiave di una marca forte: un’alta consapevolezza e unicità. Non c’è niente di simile a Tesla e l’aspetto più importante è che il cliente acquista non solo un’auto, ma una filosofia, e per questo è disposto a pagare un prezzo alto al fine di distinguersi dagli altri.

Il Caso

Tesla è oggi un marchio di nicchia e di lusso. Il modello S parte da 72.000€ e il modello X da 94.000€.

Tesla è per un target selezionato di persone benestanti che vogliono, attraverso un’automobile, dichiarare qualcosa di specifico riguardo se stessi e il loro modello di vita. Non si acquista Tesla per essere nella folla; si acquista per distinguersi.

Gli acquirenti apprezzano la performance sportiva e l’immagine di marca di Tesla. Il Brand Tesla di oggi è molto simile al Brand Porsche. Entrambe le marche vendono prodotti distintivi a un gruppo esigente di buoni acquirenti.

Qual è ora l’obiettivo di Tesla?

Facciamo un passo indietro e pensiamo a quale sia l’obiettivo finale di Tesla. Cosa ha in testa il suo creatore Elon Musk? Il suo scopo finale non è vendere auto, ma è distribuire la sua energia. Come possiamo notare anche dal sito ufficiale, non si parla solo di auto ma anche di progetti su larga scala grazie all’energia solare e allo stoccaggio.

Questo significa che Tesla non può vendere solo a una nicchia di persone benestanti, ma deve colpire un gruppo molto più ampio. E in effetti esce il Model 3 di Tesla, ossia la terza versione del suo comparto auto con un costo di partenza ben differente (si parla di circa 45.000€).

Cosa deve fare per raggiungerlo?

Tesla è di fronte alla fase di Ridefizione del posizionamento del suo Brand. Questa fase si verifica quando si modifica uno dei punti cardine del Brand. In questo caso a cambiare è il consumatore finale, cioè il fruitore esatto della comunicazione della compagna: come abbiamo visto, infatti, Tesla ha bisogno di aumentare il bacino del suo target d’azione.

Considerazioni

Questo cambiamento porterà per Tesla un problema di riconoscibilità del marchio da parte del consumatore, perché si passerà a una comunicazione e a prodotti non più rivolti solo a un pubblico ristretto ma a una fascia ben più ampia.

E mentre il marchio si espande, la sua proposta attuale sarà indebolita. Diventerà meno esclusivo. Guidare una Tesla a quel punto non sarà più un elemento distintivo come lo è oggi. Gli acquirenti che cercano un marchio esclusivo passeranno probabilmente ad altre opzioni e Tesla dovrà sostituirli con un nuovo gruppo di clienti che hanno esigenze diverse.

Tutte queste azioni sono state sicuramente calcolate da Elon Musk. La fase iniziale di Tesla è stata fondamentale per diffondere la conoscenza del Brand e per creare un’aspettativa esclusiva sui suoi prodotti. L’obiettivo è stato quello di collocarsi nella mente del pubblico come un Brand di altissima innovazione, assolutamente unico.

Ora lo scopo è portare questa idea di innovazione e altissima tecnologia alla portata di molte più persone.

Tesla ha lavorato come ogni Brand dovrebbe fare: analizzando la concorrenza per distinguersi e analizzando il proprio consumatore per creare una comunicazione diretta. Tutto questo per farsi percepire come un marchio unico e distintivo.

Commenti